educazione

TORNARE A LAVORO DOPO LA MATERNITA’

feeding bottle shallow focus photography
Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Tornare a lavoro dopo la maternità è un momento “particolare” sia per il bambino che per la neo-mamma; ansie e paure sono emozioni normali, ma che a volte inducono la mamma a posticipare sempre più il rientro, e talvolta a licenziarsi; quindi , cercherò di darvi dei consigli in merito, ma in primo luogo vi dico di ragionare sulle esigenze della vostra famiglia e su molti altri fattori importanti come: a chi affidare il bambino, la vostra situazione economica, la tipologia e gli orari del lavoro che state per riprendere e l’età del piccolo al momento del rientro a lavoro. Alcuni sostengono che il periodo migliore per il distacco sia, dopo il primo anno di età, ma comunque è preferibile evitare il periodo compreso tra gli 8 e 9 mesi, periodo dove subentra quella che viene definita “paura degli estranei” che aggiunto al distacco dalla madre potrebbe creare maggiori ansie e paure nel piccolo.

Consigli

  • Segui il tuo istinto su quando rientrare, capisco che, molte volte dipende dal fattore economico, ma se vuoi e hai la possibilità di estendere il tuo congedo, fallo, o se hai bisogno di un cambiamento che può essere più adatto alla nuova vita familiare, pensaci.
  • Tornata a lavoro, ovviamente, il tuo ruolo a casa cambierà, non potrai più seguire tutto al 100%. Cerca la collaborazione del partner e dei familiari (se ci sono).
  • Organizzazione è la parola che ti aiuterà da ora in poi; impara a preparare prima il cibo, i vestiti e tutte le attrezzature del bambino, ti aiuterà a sentirti più rilassata.
  • Devi rientrare a lavoro prima del 6°mese? Non preoccuparti per lo svezzamento, sposti tutto alla cena, pappa invece che latte.
  • Asilo, baby sitter, nonni, qualsiasi sia la scelta, mettete in conto di fare un inserimento graduale, farà bene a voi e al piccolo. Importante è ricordare a chi se ne occupa, di continuare con le abitudini ed orari che il piccolo ha quando è con voi.
  • Lasciare un qualcosa di vostro al bambino, che sia una sciarpa o maglia, l’importante è che abbia il vostro odore, sarà per lui consolatorio e importante avere qualcosa che gli garantisca continuità con la propria casa e che rappresenti la mamma anche quando è lontana
  • Non rimandare il lavoro faticoso nel tuo impiego, impedisce alla mente e al corpo di riabituarsi ai ritmi lavorativi normali.

Detto ciò mamme, forza e coraggio, pensate sempre che ogni situazione ha i suoi aspetti positivi, e che se lo vogliamo, POSSIAMO FARE TUTTO.

 

Giusy B. Educatrice risponde

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...